BOOKING
  • 03
  • Lug

Il Monferrato in quattro giorni

Scopri il Monferrato seguendo l'itinerario di Cristian e Stella

 

"Il Monferrato è uno di quei posti, che non si scorda facilmente, ma che ti entra nel cuore fin da subito.

Al Monferrato non manca la buona tavola e il buon vino, dovete sapere che nelle sue colline viene prodotto il miglior vino del Piemonte, ed è stato davvero emozionante per noi sorseggiare del buon vino con vista direttamente sui colli piemontesi.

Uno dei percorsi che non scorderemo mai è quello di Crea, un sentiero completamente immerso nella natura che ti farà fare un tuffo nel passato. Ti verrà raccontata la vita di Gesù attraverso statue ben conservate all'interno di ogni singola cappella. È davvero incredibile la pace che trasmette questo posto. Percorrerlo è stato davvero emozionante.
Speriamo di tornare nuovamente avisitare il Monferrato, per conoscere altri posti straordinari come quelli che abbiamo visitato in questi giorni."

Stella e Cristian  - @_le_nostre_avventure

 

 

 

Giorno 1: La Big Cadrega e panorami mozzafiato

Abbracciare con uno sguardo il Po che scorre tra i campi della pianura.

Al belvedere di Cantavenna puoi affacciarti da una passerella che sporge nel vuoto e ammirare sospeso tra cielo e terra un panorama unico. Se hai la fortuna di venire qui nelle prime settimane di giugno potrai vedere il Mare a Quadretti, le risaie allagate creano uno specchio d’acqua in cui si riflettono le nuvole e le sfumature del tramonto.

Sempre a Cantavenna tutto l’anno puoi vedere le Big Chair colorate, per sentirsi di nuovo piccoli e scattare una foto divertente.  

 

Gli animi più romantici rimarranno conquistati dal belvedere di Coniolo dove tre rose in una teca sono in attesa di una proposta importante o di un gesto d’amore. Come in un quadro, una cornice di rose racchiude il panorama ed è a disposizione di chi vuole fissare in uno scatto qualche ricordo speciale.

 

Per concludere la giornata un po’ di buona musica a Casale Monferrato, capitale del Monferrato. Al Castello Paleologi le note jazz vengono accompagnate da un gelato artigianale per sollecitare tutti i sensi.

 

Info utili:

L’accesso ai belvedere e alle Big Chair è libero e gratuito.

Tutti questi punti sono a meno di mezz’ora di distanza dall’Ariotto Village e sono facilmente raggiungibili con la macchina.

Per vedere tutti gli eventi che si svolgono a Casale visita il sito: https://www.comune.casale-monferrato.al.it/eventi-cultura-turismo

 

Giorno 2: Tra borghi e girasoli

I volontari dell’infopoint ti porteranno in giro per il borgo di Rosignano Monferrato, alla scoperta degli infernòt patrimonio UNCESCO. Un viaggio tra la storia del vino e dell’artigianato locale, per poi proseguire in autonomia lungo il percorso artistico di Angelo Morbelli oppure alla Big Bench “Rosso Grignolino” tra le vigne della collina.

Dalla Big Bench “Rosso Grignolino”, posizionata tra le colline di Rosignano, puoi godere di una splendida vista sulle colline.

L’estate è la stagione perfetta per vedere i girasoli in fiore, distese di petali gialli che ondeggiano al vento. Non puoi farti sfuggire l’occasione di immortalare questo spettacolo.

Poi, qualche scatto da cartolina camminando tra le vie di uno dei borghi più belli d’Italia: Cella Monte. Un piccolo paese di collina dal colore del tufo e dei fiori dove puoi fermarti per degustare un calice di vino a @enotecainfernot o prenotare un’esperienza in una delle cantine del paese.

 

Info utili:

Puoi prenotare la visita gratuita al borgo di Rosignano Monferrato qui: https://castelliaperti.it/it/calendario/item/borgo-di-rosignano-monferrato.html

I borghi distano meno di 15 minuti dall’Ariotto Village e sono facilmente raggiungibili in macchina.

Per raggiungere la Big Bench Rosso Grignolino occorre fare un piccolo tratto tra le vigne, consigliamo scarpe comode. Se vuoi vedere le altre panchine del Monferrato le trovi tutte sul sito https://bigbenchcommunityproject.org/

Se sei particolarmente sensibile alle punture di insetto munisciti di prodotti repellenti e lenitivi (i girasoli sono belli ma sono anche un rifugio per api e insetti)

 

Giorno 3: Crea - una salita verso il paradiso

Segui il percorso devozionale completamente immerso nel verde, ti condurrà in 23 tappe seguendo la vita di Gesù fino in paradiso. Un sentiero che si snoda lungo il monte, ad ogni tappa una piccola cappella custodisce delle statue che raffigurano un momento della vita di Gesù.

Sulla cima, la Cappella del Paradiso si differenzia dalle altre per una volta spettacolare e una splendida vista.

A 5 minuti da Crea si trova la città più piccola d'Italia: Moncalvo. Posta su una collina puoi godere di una vista magnifica e perderti tra le sue vie, tra edifici colorati e vicoli dall'aspetto medievale. 

 

Info utili:

Il percorso al Sacro Monte di Crea è gratuito, di bassa difficoltà e dura un’ora.

C’è un parcheggio all’inizio in cui lasciare l’auto.

Portati il pranzo al sacco, ci sono delle aree attrezzate in cui recuperare le energie.

 

Giorno 4: Visita in cantina

Sono tante le cantine del Monferrato che offrono esperienze per scoprire tutte le sfumature del vino. Dalla più rustica e tradizionale alla più moderna e spettacolare, tra visite guidate in cantina, degustazioni e aperitivi. Se sei un amante del vino troverai il posto perfetto per brindare e goderti il tuo viaggio.

E allora facciamo un brindisi!

 “Ai viaggi, che ci permettono di scoprire sempre una parte nuova di noi stessi”

 

Per avere un anteprima dell'itinerario vai sul profilo di Cristian e Stella @_le_nostre_avventure !

 

Trovi tutti i punti dell'itinerario su questa mappa di Google My Maps

 

Share: